Calvizie femminile e Scala di Ludwig

Di 18 marzo 2016

La calvizie femminile è un fenomeno in netto aumento negli ultimi anni. Scopriamone cause, caratteristiche e possibili terapie.

La calvizie femminile: i vari stadi

La calvizie femminile è meno frequente rispetto a quella maschile, anche se negli ultimi decenni vi è stato un aumento netto di incidenza. Secondo stime recenti, infatti, l’alopecia androgenetica interessa 18 milioni di italiani e 4 milioni di italiane, tanto che all’età di 50 anni almeno la metà degli uomini ed il 30% delle donne è affetto da problemi più o meno gravi di calvizie.

Come descritto da Ludwig nel 1977, la calvizie femminile si manifesta in tre stadi. A livello clinico, si assiste quindi ad un progressivo diradamento dell’area del vertice (e in minor misura quella delle zone parietali), anche se persiste sempre una banda frontale di capelli, zona dove questi sono presumibilmente solo testosterone sensibili (2-3 cm nello stadio I, 1 cm negli stadi II e III).

Nello stadio I l’area diradata ha un asse maggiore antero-posteriore, mentre negli stadi II e III si allarga via via anche in senso latero-laterale. A differenza del maschio, nello stadio III l’area non è mai completamente calva e persistono capelli “normali” insieme ai miniaturizzati.

calvizie femminile

Calvizie femminile: cause e terapie

La calvizie femminile può iniziare già dai 15/18 anni e il diradamento prosegue lentamente fino alle età più avanzate.

Occorre anche tenere ben presente che, nella clinica, casi di calvizie maschile si presentano con aspetto “femminile” e che, anche se più raramente, può accadere il contrario; inoltre sono frequenti casi di alopecia androgenetica la cui evoluzione non può essere classificata né secondo Hamilton, né secondo Norwood né secondo Ludwig.

Inoltre, nella donna il meccanismo responsabile del diradamento non è dovuto ad un eccesso di ormoni androgeni, ma da carenza estrogenica a livello follicolare cioè periferico.

Riteniamo che l’approccio terapeutico più razionale in queste pazienti sia quello di sanare la carenza di estrone, con una terapia topica. Per scoprire i risultati dei nostri trattamenti sulla calvizie femminile clicca qui.

Commenti

commenti

Lascia una Risposta

due × 2 =