Psoriasi cuoio capelluto: conoscerla per curarla

Di 2 maggio 2016
psoriasi

Psoriasi cuoio capelluto: impariamo a riconoscerne i sintomi

La psoriasi del cuoio capelluto è una dermatosi cronica eritemato-squamosa che si manifesta di solito con chiazze rossastre ricoperte da squame bianche. A differenza della dermatite seborroica, tali chiazze sono asciutte e non grasse e possono variare molto di grandezza e spessore. Solitamente sotto di esse la pelle, proprio a causa dell’irritazione, assume un colore rosso vivo.

Può iniziare a qualsiasi età e colpisce indifferentemente uomini e donne. Di solito la patologia è più fastidiosa e aggressiva nei mesi invernali, mentre d’estate si notano miglioramenti, grazie all’esposizione al sole e all’effetto benefico della vitamina D. Il prurito  può non essere presente.

Va specificato che, essendo la psoriasi una patologia che colpisce la superficie del cuoio capelluto, non c’è correlazione con la caduta dei capelli. Solo in rari casi può accadere che le placche, combinandosi con un effluvio telogen in atto, ne vadano ad aggravare il processo già in atto.

Psoriasi cuoio capelluto: quali possono essere le cause?

Le cause alla base della psoriasi non sono ancora del tutto chiare, ma si ritiene che la componente genetica ed immunologica abbiano un ruolo fondamentale. Diversi fattori ambientali sono in grado di scatenare od aggravare la psoriasi. Fra questi un ruolo importante è rivestito da traumatismi della pelle, processi infettivi ed alcuni farmaci.

– dieta e alimentazione: alcuni studi hanno dimostrato che la psoriasi è quasi inesistente tra le popolazioni lapponi e norvegesi. Ne deriva che alcuni alimenti tra cui l’olio di pesce e gli acidi grassi polinsaturi possono avere effetti benefici nel prevenire questo disturbo.

Come curare la psoriasi?

I trattamenti per la psoriasi del cuoio capelluto variano da paziente a paziente anche a seconda dell’età, della sede e della varietà delle lesioni, della storia clinica.

Uno dei trattamenti che utilizziamo e che  si è rivelato  efficace  prevede l’utilizzo preparati galenici sottoforma di  creme a base di: Cortisonici, Ac. Salicilico, Calomelano, Urea, che vanno  distribuiti sul cuoio capelluto, massaggiati  per facilitarne l’assorbimento e lasciati agire per alcune ore o per tutta la notte. Dopo di che si può procedere al lavaggio dei capelli con uno shampoo specifico.

In ogni caso è sempre bene consultare uno specialista, in modo da valutare i trattamenti più adeguati  alle diverse forme esistenti.

Commenti

commenti

Lascia una Risposta

1 × 3 =