La cosmesi del capello – I cosmetici per capelli

La cosmesi del capello – I cosmetici per capelli

La cosmesi del capello – I cosmetici per capelli

Di 18 giugno 2012
cosmetici per capelli

Continua il nostro viaggio nel mondo della cosmesi del capello. Quali sono gli effetti sui nostri capelli di lacche e balsami? Scoprilo in questo post.

I cosmetici per capelli

Balsami, lacche, gel, oli, ecc.

Si possono usare tranquillamente: quelli di qualità non fanno male al capello né al cuoio capelluto. Andrebbero usate con cautela le lacche, per la difficoltà ad essere eliminate con lo shampoo. Balsami e oli sono invece necessari, in dosi moderate,  per mantenere il fusto del capello in buone condizioni estetiche, soprattutto se secco o stressato da phon caldi, agenti atmosferici, tinte e permanenti. Va ricordato però che tutti i prodotti a contatto con i fusti dei capelli, non possono vantare alcun effetto anti-caduta, al massimo quello che possono fare è avere un effetto sostantivante per la parte morta del “sistema capello”, che è appunto lo stelo. Un discorso a parte meritano gli oli solari: è consigliabile farne uso sempre nel periodo estivo quando il sole è più forte, ma anche prima di esposizioni a lampade abbronzanti se particolarmente frequenti. I raggi UV, infatti, possono deteriorare gli steli ed interferire con l’attività produttiva provocando perdita di tono, maggiore opacità e difficoltosa pettinabilità.

Le tinture

Fanno male al capello?
La tintura per capelli è una della abitudini cosmetiche più in uso, e le donne nell’arco della vita che non hanno mai tinto i capelli sono veramente poche. La tinta ai capelli ha lo scopo cosmetico di coprire o modificare il colore di base, ma per molte donne e uomini rappresenta anche un senso di sicurezza psicologica. Da anni si discute sulla potenziale pericolosità delle tinte per capelli, ma sempre si conclude che non esistono dati evidenti che una tinta possa provocare un tumore o altre patologie: le norme di fabbricazione e di sicurezza delle tinture sono estremamente attente e regolamentate e sorvegliate dal Comitato Scientifico per i Prodotti Cosmetici ed altri Prodotti di consumo Non Alimentari (SCCNFP) della Commissione Europea, con sede a Bruxelles. L’unico dato certo è che la tinta dei capelli può provocare dermatiti allergiche in un numero non alto di persone, o più semplicemente delle reazioni di irritazione della cute.

Fanno cadere i capelli?
Se la tinta viene fatta con prodotti di qualità e con tecniche corrette, non può causare nessuna danno al bulbo dei capelli tale da determinare la caduta. Tutte le sostanze di una tinta contengono molecole con un peso molecolare elevato, di grandi dimensioni, che non ne permette l’assorbimento attraverso la cute del cuoio capelluto, quindi non riescono a raggiungere il bulbo. Quindi, non è corretto affermare che una tinta può causare una caduta di capelli, un’alopecia androgenetica o un telogen effluvio: se i capelli cadono dipende da una patologia del bulbo. D’altro canto, tinte più “aggressive” possono danneggiare, invece, il fusto per effetto dell’acqua ossigenata, soprattutto se vengono fatte in tempi ravvicinati. Quindi, è utile non esagerare con le tinte decoloranti ad ossidazione, e comunque proteggere il fusto dei capelli con cosmetici che ricompattino la struttura esterna (maschere, balsami) sia prima che dopo la tinta.

Commenti

commenti

Lascia una Risposta

dieci + nove =