Curare l’acne: ecco cosa bisogna sapere per scegliere il giusto rimedio

Di 22 aprile 2016
acne

Per curare l’acne impariamo prima a riconoscerla

Curare l’acne è spesso una delle maggiori preoccupazioni degli adolescenti che vivono questo problema come un momento di disagio non solo fisico, ma soprattutto psicologico e relazionale. Ma cos’è l’acne? E quali sono i rimedi per curarla?

L’acne è una dermatosi infiammatoria della pelle che riguarda il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea ad esso collegata. Tale ghiandola, stimolata dagli ormoni, produce sebo in eccesso che va ad ostacolare l’apertura del follicolo. Ne deriva la formazione di un comedone costituito da accumuli di grasso della pelle e cellule morte unite a scarti dell’epidermide stessa.

Il primo passo per curare l’acne è capire lo stadio di avanzamento. Esistono infatti tre differenti fasi:

  • Fase comedonica: è la prima fase, quella in cui si formano piccoli tappi di sebo che provocano la comparsa di punti bianchi e punti neri sulla pelle;
  • Fase infiammatoria: quando la ghiandola sebacea si infiamma, sulla pelle compaiono le cosidette papule, foruncoli dal colore rossastro;
  • Fase pustolosa: se le papule si riempiono di pus si trasformano in pustole dando origine ai brufoli o foruncoli, elementi infiammati dalla caratteristica punta giallastra.

Nelle forme più gravi possono arrivare a formarsi anche noduli e cisti di grandezza variabile. In questo caso per curare l’acne è necessario rivolgersi ad un dermatologo che riesce a fare un’attenta diagnosi e a suggerire una cura adatta ad evitare di lasciare la pelle macchiata da cicatrici.

acne

Nel caso di acne leggera, è utile utilizzare con regolarità un buon detergente viso che riesca a mantenere la pelle pulita e idratata, migliorandone l’aspetto lucido.

Se l’acne è comedonica il rimedio più efficace è il benzoil perossido e/o l’acido retinoico.Sono  farmaci che vanno  applicati proteggendo sempre occhi, naso e bocca e che hanno  la funzione esfoliante. Proprio per questo motivo può capitare che in una prima fase si registri un peggioramento dell’acne: è un effetto normale che sparisce nel giro di pochi mesi.

Se si tratta di fase pustolosa, invece, il miglior rimedio per curare acne è l’utilizzo di antibiotici locali a base di clindamicina o di eritromicina e/o  per via sistemica a base di minociclina azitromicina o  isotretinoina

L’acne è una malattia tipica dell’adolescenza che solitamente sparisce da sola nel giro di pochi anni. Se però il disturbo è piuttosto esteso e fastidioso o compare anche in età adulta è bene rivolgersi ad un esperto per capire come curare acne al meglio.

Commenti

commenti

Lascia una Risposta